come aumentare la produttività

Quattro modi per aumentare la produttività lavorando da freelance

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su tumblr
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Lavorare come freelance ha sicuramente i suoi vantaggi. La possibilità di scegliere su quali progetti lavorare, di stabilire i propri orari di lavoro e, sicuramente, il vantaggio di non dover dare conto a nessuno del proprio lavoro. Per molti questo è il beneficio più importante: cosa c’è di meglio che essere il capo di sé stessi?

Il rovescio della medaglia, però, non manca. I freelancer devono assolvere a molteplici compiti, e spesso contemporaneamente: devono occuparsi delle relazioni con i clienti, gestire la parte amministrativa e contabile del proprio business, pensare al marketing e ai social network. Insomma, senza la giusta dose di motivazione e organizzazione, il lavoro da freelance può diventare anche più stressante di quello da impiegati. Oggi vi proponiamo 4 consigli per organizzare al meglio la giornata quando si lavora in proprio in modo aumentare la produttività e migliorare la soddisfazione propria e quella dei clienti.

1. Stabilisci delle priorità

Capita che presi da mille impegni ci si butti a capofitto nel lavoro, passando da un’attività all’altra senza un ordine specifico. Alla fine ci si sente stanchi e con la sensazione di aver tralasciato qualcosa di importante o di non aver dedicato abbastanza attenzione ad un’attività. Un utile trucchetto è fare una to-do list delle attività da completare magari la sera prima per il giorno dopo. Nel redigere la lista, è bene tenere in considerazione le proprie inclinazioni e concentrare le attività più complesse nel momento in cui si è più attivi ed energici: ad esempio, se sei una persona mattiniera programma i compiti più difficili nelle prime ore della giornata; se invece sei una persona che si concentra meglio di sera, sposta il carico maggiore nella seconda parte della giornata. Stilare una lista è inoltre utile per stabilire le priorità della giornata in modo razionale, senza farsi prendere dall’agitazione e dal panico delle deadline.

come aumentare la produttività

2. Fai delle brevi pause

Le pause non sono una distrazione dal lavoro, ma anzi sono uno strumento assolutamente indispensabile per riuscire a mantenere alta la concentrazione – e la produttività – per lunghi periodi di tempo. Bisognerebbe fare delle pause brevi ma frequenti, preferibilmente allontanandosi dalla postazione per fare una breve passeggiata. L’ideale è uscire all’aperto per prendere una boccata d’aria fresca. Per chi lavora al pc, è utile fare qualche esercizio di stretching per alleggerire la tensione su collo e spalle. Se ti risulta difficile, puoi impostare dei timer oppure usare la tecnica del pomodoro: il pomodoro è un timer impostato su 25 minuti, bisogna fare 5 minuti di pausa allo scadere di ogni pomodoro (25 min di lavoro) e una pausa più lunga di 15-20 minuti ogni 4 pomodori. Per cominciare con questa tecnica basta usare un normale timer – anche quello da cucina va bene – oppure esistono varie app che permettono di seguire questa routine.

3. Riduci le distrazioni

Sia che provengano dall’esterno o che ce le andiamo a cercare, le distrazioni sono il principale nemico di un freelancer. A volte non basta dirsi di restare concentrati ma c’è bisogno di agire sulla fonte della distrazione ed eliminarla. Innanzitutto il telefono: sarebbe bene programmare gli appuntamenti telefonici quando possibile e silenziare le notifiche così da evitare la tentazione di controllare continuamente il cellulare. Anche il luogo di lavoro è importante, specie se si lavora da casa o insieme ad altre persone. Se la propria postazione è troppo rumorosa o ci sono elementi di disturbo, è bene prendere in considerazione la possibilità di lavorare in un ufficio separato o in co-working.

4. Organizza lo spazio di lavoro Rimaniamo sull’argomento postazione. Sia la stanza in cui si lavora che la postazione vera e propria contribuiscono a creare l’atmosfera giusta per la concentrazione e la creatività. È meglio evitare postazioni “arrangiate” e cercare di organizzare una postazione dedicata con tutto il necessario: connessione wi-fi, scrivania possibilmente esposta alla luce naturale, una seduta ergonomica specie per chi sta al pc tanto tempo. È bene cercare di tenere la scrivania in ordine, magari creando un piccolo rituale al mattino per organizzare tutto il materiale che servirà durante la giornata. Anche le decorazioni aiutano: sì a oggetti come fotografie o piantine che stimolano la motivazione e la creatività.

Da non perdere

business man al telefono seduto alla scrivania nel suo ufficio al Majestic

Eventi in presenza, day office e green pass segnano il ritorno alla (nuova) normalità.

Le attività che si svolgono quotidianamente qui al Majestic offrono l’occasione per una riflessione sui cambiamenti in atto e i nuovi trend. Vediamo in che modo i membri della community stanno affrontando questo momento post pandemia caratterizzato, da una parte, dal bisogno di ritrovarsi faccia a faccia e, dall’altra, dalla necessità di rispettare norme di sicurezza in continuo aggiornamento.

CONTINUA A LEGGERE