ricezione della posta al business cente

Cose da sapere sulla domiciliazione aziendale: terminologia e differenze.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su tumblr
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Se stai per mettere su una nuova società o stai pensando di aprire una sede secondaria o di rappresentanza, potresti utilizzare la domiciliazione aziendale presso un business center, risparmiando sui costi di avvio e gestione dell’immobile.  Ne abbiamo parlato con Gerardo Giannella, consulente e revisore legale al Majestic, nel corso di un’intervista pubblicata sui nostri canali social. Gerardo ci ha illustrato le diverse tipologie di domiciliazione e ci ha spiegato spiega la differenza tra domiciliazione legale, postale e domicilio fiscale per la notifica degli atti giudiziari. Vediamole insieme in quest’articolo.

Sede legale: il centro amministrativo dell’azienda

Cominciamo con un po’ di terminologia. Innanzitutto, capiamo cosa si intende per sede legale e qual è la sua importanza. Al momento della costituzione di una nuova società, che sia un’impresa, cooperativa o ditta individuale, va indicato un indirizzo per la sede legale dell’azienda, ovvero il centro amministrativo principale di una società. L’indirizzo della sede legale va comunicato alla Camera di Commercio e viene utilizzato in tutte le comunicazioni ufficiali. È l’indirizzo principale sia sotto il profilo legale che fiscale perché coincide con il domicilio fiscale dell’azienda ed è il luogo di notifica della corrispondenza legale. È possibile desumere l’indirizzo della sede legale di una società dall’atto costitutivo o da una semplice visura camerale. Nel caso di una ditta individuale, la sede legale coincide con la residenza o il domicilio fiscale del titolare.

Nella pratica professionale molte società in sede di costituzione indicano come sede legale l’ufficio di un professionista – ad esempio, un commercialista – o altro luogo, come un business center. Sono vari i motivi per cui un’azienda potrebbe scegliere un business center come sede legale della propria azienda: per questioni di privacy qualora si tratti di un’azienda individuale e il professionista lavori principalmente da casa; oppure per motivi di immagine potendo poi inserire l’indirizzo di un centro prestigioso sui documenti ufficiali e di rappresentanza. Ci sono anche motivazioni di carattere più pratico come il risparmio di denaro e la flessibilità: la domiciliazione legale presso un business center non richiede necessariamente l’acquisto o affitto di un ufficio ma si può configurare il servizio a seconda delle proprie necessità.

Domiciliazione postale e unità locale

C’è anche un modo per ottenere un nuovo indirizzo per la propria azienda – come una seconda sede o un ufficio di rappresentanza in un’altra regione – senza modificare la sede legale. Si tratta della domiciliazione postale. Per comprenderla è necessario introdurre il concetto di unità locale. Per unità locali si intendono impianti operativi, amministrativi o gestionali ubicati in luoghi diversi dalla propria sede legale. Questo è tipico delle imprese plurilocalizzate, e cioè quelle che hanno diversi stabilimenti. Affinché si possa dare una valenza giuridica all’unità locale e, quindi, poterla anche pubblicizzare su brochure, siti web, biglietti da visita, ecc. bisogna dare notizia dell’unità locale al registro delle imprese. Per comunicare alla Camera di Commercio questa informazione, si deve essere o proprietari dell’immobile al nuovo indirizzo, oppure sottoscrivere un contratto di domiciliazione con un business center.

A questo punto sarà possibile apporre il nuovo indirizzo sulla documentazione aziendale (cartelline, biglietti da visita, brochure, sito internet) e predisporre la ricezione della posta ordinaria, dei pacchi e dei documenti provenienti da clienti e fornitori.  Il Majestic si occupa della gestione della posta, con l’avviso di ricezione e l’inoltro periodico della corrispondenza.

Notifica degli atti ufficiali: quando si può spostare la sede fiscale

Come abbiamo visto sopra, la domiciliazione legale segue la sede legale, per cui la notifica degli atti può essere fatta solo presso la sede legale dell’azienda. Tuttavia, la legge attribuisce la possibilità al contribuente di indicare un domicilio fiscale diverso dalla sede legale per la notifica degli atti. La legge cita che il contribuente in Italia o all’estero può scegliere l’indirizzo delle notifiche presso una persona, un ufficio o un business center, purché questo ufficio si trovi nello stesso comune in cui il contribuente ha la sede legale. Ad esempio, nel caso del Majestic, i contribuenti possono scegliere di ricevere notifica degli atti presso il business center purché abbiano sede legale nel comune di Battipaglia. Per farlo, basta inviare comunicazione all’Agenzia delle Entrate in modalità cartacea o telematica.

Ora che hai le idee un po’ più chiare sulla terminologia e sulle principali differenze dal punto di vista legale e fiscale potrai valutare quale tipo di domiciliazione fa più al caso tuo. In ogni caso, per altre informazioni o chiarimenti puoi sempre contattarci via mail. Se vuoi, trovi l’intervista completa a Gerardo Giannella sui nostri canali social. Seguici per essere sempre informato sugli aggiornamenti e le novità dalla community del Majestic. 

Da non perdere

business man al telefono seduto alla scrivania nel suo ufficio al Majestic

Eventi in presenza, day office e green pass segnano il ritorno alla (nuova) normalità.

Le attività che si svolgono quotidianamente qui al Majestic offrono l’occasione per una riflessione sui cambiamenti in atto e i nuovi trend. Vediamo in che modo i membri della community stanno affrontando questo momento post pandemia caratterizzato, da una parte, dal bisogno di ritrovarsi faccia a faccia e, dall’altra, dalla necessità di rispettare norme di sicurezza in continuo aggiornamento.

CONTINUA A LEGGERE